Errori comuni nell’uso dei social media nelle PMI*

Il Social Media Marketing, e in particolare i social network, possono essere un’arma a doppio taglio.

Se presidiati correttamente, infatti, possono procurare enormi benefici all’azienda, sia in forma di ricavi che di notorietà, ma se trascurati o male utilizzati possono essere anche fonte di perdite in termini monetari e di visibilità.

Esistono molti casi di successo, come ad esempio il brand BIC che, attraverso la sua Facebook fanpage, è riuscito a rendere social un semplice accendino, che da oltre 35 anni fa parte della nostra vita. Come? Ha invitato i suoi numerosi fan a postare video e foto originali dove l’unico protagonista era l’accendino BIC e ha indetto un concorso per creare il nuovo accendino 2012.

Tuttavia, sono numerosi anche i casi di insuccesso dovuti ad inadeguate campagne pubblicitarie sui social network. Tra i più eclatanti abbiamo quello di Mc Donald’s, il quale ci dimostra che non tutte le azioni di marketing sul web possono avere gli stessi risultati positivi e che un piano strategico può rivelarsi un totale fallimento.

Mc Donald’s, infatti, sulla sua pagina pubblica di Twitter, ha chiesto ai suoi 300.000 followers di esprimere un giudizio sulla propria marca e di raccontare la propria esperienza utilizzando l’hashtag #McDstories, sperando di ricevere in cambio apprezzamenti e complimenti. Ma la campagna in poche ore ha preso una brutta piega e l’effetto non è stato decisamente quello desiderato: i followers, infatti, hanno colto l’occasione per scatenarsi con giudizi negativi sia sulla qualità che sull’igiene dei locali. Risultato? La pagina è stata chiusa dopo poche ore, cercando di arginare il flusso di critiche ricevute.

social media marketing mc donaldsQuesto caso ci dimostra come l’approccio ai social network debba tenere conto del fatto che si sta dando la possibilità alle persone di parlare direttamente all’azienda. Ciò ttuttavia non deve terrorizzare l’impresa: è semplicemente un aspetto da non sottovalutare, soprattutto quando si sceglie la persona o il team che seguirà i social network in azienda! In particolare, è necessario un presidio costante dei canali sociali, soprattutto se si intraprendono azioni come questa, in cui i risultati sono senza dubbio rischiosi.

Un altro esempio di particolare rilievo ci è dato da American Apparel che durante l’uragano Sandy, decide di offrire alle persone colpite un sconto del 20% sull’acquisto dei propri prodotti e lo fa inviandogli una mail. Ciò ovviamente ha scatenato una miriade di commenti negativi su tutti i social network:

social media marketing american appareal

Sfruttare i social per le vendite durante i periodi di calamità naturali è la decisione più sbagliata che un’azienda possa prendere ma anche quanto di peggiore potrebbe essere fatto nell’intero universo del marketing.

In questo caso è evidente come una strategia studiata ad hoc sul tipo di clienti a cui ci si rivolge è fondamentale. American Apparel ha pensato solo al guadagno, non dimostrando alcuna sensibilità nei confronti delle vittime dell’uragano, provocando conseguenze disastrose per la compagnia, che anziché ottenere dei ricavi come sperava. Risultato? Ingenti perdite, per non parlare della reputazione negativa che si è creata intorno al brand.

Errori comuni nelle PMI

Ma non sono solo i ‘colossi’ a poter sbagliare: ecco i cinque errori più comuni commessi dalle PMI sui social network:

1 Non curare i propri account:

Gestire un account su un social network richiede impegno, costanza, continui aggiornamenti e risposte tempestive alle interazioni con gli utenti. Uno degli errori più comuni è quello di iscriversi a numerosi social network, con l’intento di aumentare la visibilità, ma poi di non riuscire a gestirli correttamente tutti.
Il consiglio è quello di utilizzare solo i social network che più si adattano al vostro business e utilizzarli in base alle risorse che si dispongono.

social media marketing pagina abbandonata

2 Pensare solo “a vendere”:

Spesso chi si approccia al mondo dei social network lo fa solo l’unico scopo di pubblicizzare i propri prodotti e incrementare le vendite. Farsi conoscere è certamente uno dei benefici per cui li si utilizza, ma farlo in modo ossessivo e monotematico postando solo foto dei propri prodotti, sconti e promozioni di sicuro non stimolerà l’interazione con gli utenti.

social media marketing solo prodotti3 Utilizzare il profilo personale e non la fan page:

Facebook è chiaro al riguardo, un’azienda deve creare e utilizzare una fan page, non un profilo personale. Infatti Facebook effettua periodicamente dei controlli, bloccando i profili che non sono di persone fisiche ma di enti, aziende, associazioni:

social media marketing pagina aziendale personale

 4 Non rispondere a commenti e messaggi:

Se aprite una pagina social dovete essere consapevoli del fatto che dovrete in continuazione interagire con gli utenti e potenziali clienti. Le statistiche infatti parlano chiaro: più dell’80% degli utenti si aspetta una risposta entro la giornata. Ignorare le richieste, commenti, domande sicuramente sarà dannoso per la reputazione della vostra azienda:

social media marketing senza commenti

5 Pubblicare o permettere di postare contenuti non adeguati:

Probabilmente è capitato a tutti di visitare una pagina di un negozio qualsiasi e trovare le foto dei cani/figli/nipoti del proprietario, oppure post di amici non del tutto appropriati. Beh, se decidi di aprire una pagina esclusivamente dedicata alla tua attività, devi evitare certe situazioni. Per le informazioni, foto, post personali, utilizza il tuo profilo!

social media marketing contenuti personali

In conclusione:

I punti sopra citati descrivono solo alcuni degli errori che si possono commettere nell’implementazione del Social Media Marketing. In realtà, ve ne sono un infinità, con effetti più o meno gravi, ed è per questo che consigliamo di dare in mano la gestione dei profili social ad una persona che abbia le capacità ed il tempo di monitorarli continuamente.

Per approfondire il tema puoi trovare una guida all’uso dei Social Media cliccando qui.

*Redazione del post: Cristina Bonacina

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...