Come trovare clienti per le PMI

Non tutte le PMI hanno le risorse e le competenze per decidere di implementare una strategia consapevole di marketing, ma tutte le PMI hanno la necessità di trovare nuovi clienti per alimentare il proprio business.

titrovoclienti2Le due esigenze dovrebbero coincidere con un approccio prima di marketing strategico, e poi di marketing operativo. Vi sono però situazioni nelle quali a fronte di una strategia già definita dalla direzione o dalla proprietà, c’è la necessità di implementare semplicemente le leve di marketing operativo, e trovare nuovi clienti.

Per questo segnaliamo il l’innovativo servizio “Ti Trovo Clienti“, che ha selezionato 6 strumenti efficaci per trovare clienti nelle PMI, sia in ambito business to business (tra imprese), sia in ambito business to consumer (verso i “privati). Per scoprire il servizio clicca qui.

Annunci

INSTAGRAM, NUOVA FRONTIERA DEL SOCIAL MEDIA MARKETING?

instagram logoVuoi dare maggiore visibilità al tuo business? Vuoi avere un contatto più diretto con il mondo che ti circonda e ricevere feedback immediati riguardo alla tua attività? Vorresti utilizzare Instagram per far conoscere la tua azienda ma non sei sicuro della sua reale utilità? Ecco un post che ti spiega cosa è Instagram, quali sono i suoi vantaggi e qualche consiglio su come utilizzarla all’interno di una PMI, oltre ad una carrellata finale di applicazioni per aumentarne il reach.

COS’È INSTAGRAM?

Instagram è un’applicazione gratuita che permette di scattare foto dal proprio dispositivo e condividerle istantaneamente sulla piattaforma e su altri social network (Facebook, Flickr, Tumblr, ecc… ). Le foto, in forma quadrata, sono un chiaro omaggio che i due fondatori, Kevin Systrom e Mike Krieger, fanno alle Polaroid. Inizialmente disponibile solo su computer, l’app è stata lanciata nell’ottobre 2010; oggi è compatibile con qualsiasi dispositivo ed è stata recentemente acquistata da Mark Zuckerberg (co-fondatore di Facebook) per 1 miliardo di dollari.

CHI LA UTILIZZA?

utenti instagramÈ un tipo di applicazione che si indirizza alle categorie più diverse di utenti: si va dal più comune appassionato di fotografia che condivide i suoi scatti amatoriali, al fashion blogger che si fa fotografare durante gli eventi più glamour del momento, fino al brand internazionale che mette in vetrina i suoi prodotti migliori. Per catalizzare al meglio i propri sforzi di marketing, gli inserzionisti e i grandi brand tengono conto principalmente dei dati demografici relativi ai vari social network. Secondo le statistiche di GlobalWebIndex, gli utenti di Instagram, insieme a quelli di Youtube e Tumblr, sono in media tra più giovani, per la maggior parte in una fascia di età compresa tra i 16 e i 24 anni. Al contrario, Facebook e Twitter hanno un maggior numero di utenti di una fascia di età compresa tra i 25 e i 34 anni.

INSTAGRAM NELLE PMI

Quando oggi si parla di strategie di marketing online per una Piccola Media Impresa, non si può non riconoscere la  necessità dell’uso dei social network. I social media non solo permettono di avvicinarsi con più precisione al proprio target di clienti e osservarli più da vicino, ma permettono di interagire direttamente con loro: in questo modo l’azienda riesce a stabilire delle relazioni più vantaggiose e durature con i consumatori.Negli ultimi anni Instagram sembra essere diventato il vero must per il social media marketing, scavalcando anche i ben più noti Facebook e Twitter. Questo perché spesso una foto sa essere di gran lunga più evocativa e persuasiva di un semplice contenuto testuale. Inoltre, non è da sottovalutare il ruolo degli hashtag che danno una descrizione aggiuntiva all’immagine e le permettono di essere rintracciata e visualizzata da un maggior numero di utenti che non siano solamente i propri followers. In sostanza Instagram viene utilizzata dalle aziende che intendono accrescere la loro visibilità, la loro credibilità e i loro seguaci.  Ma in che modo le PMI possono sfruttare al meglio questa applicazione? Abbiamo identificato per voi 7 mosse vincenti:

presentazione instagram

 

1. Presentarsi: vale a dire scegliere un nome e un’immagine del profilo adeguati e facilmente riconoscibili da vecchi e nuovi amici. Inoltre Instagram da la possibilità di presentarsi in 150 caratteri, quindi è fondamentale scegliere un messaggio chiaro e al tempo stesso accattivante, soprattutto per l’utente che scopre per la prima volta la vostra azienda.

 

instagram prodotto

 

 

2. Mostrare i propri prodotti: Instagram può diventare un catalogo, una vetrina dei prodotti che una PMI offre: è importante scegliere delle foto che racchiudano al meglio l’essenza e le caratteristiche proprie del prodotto, oltre ad essere di buona qualità.

 

 

instagram prima-dopo

 

3. Mostrare il dietro le quinte: vale a dire come e dove vengono realizzati i prodotti, ad esempio con una serie di foto che rappresentano il prima, il durante e il dopo del lavoro. Ma non solo i prodotti. Anche le riunioni con lo staff o gli incontri con i clienti: è importante documentare e condividere quanto più possibile ciò che sta dietro un lavoro.

 

 

insta dipendenti

 

4. Far conoscere gli impiegati: è importante ricordare agli utenti che dietro al profilo Instagram ci sono delle persone reali, non un computer, ecco perché caricare foto dei dipendenti è una buona idea. Una foto mentre lavorano, mentre chiacchierano tra loro o mentre stanno pranzando. Questo permette di rafforzare il rapporto impresa/cliente e creare un sentimento di vicinanza.

 

 

insta ufficio

 

5. Mostrare l’ufficio: i followers non sono solo curiosi di conoscere le persone ma anche di sapere dove lavorano: come sono gli uffici, la loro disposizione, l’arredamento, ma soprattutto l’atmosfera dell’ambiente che si può spesso percepire già dall’immagine.

 

 

 

Instagram-contest-post2

 

6.Creare contenuti esclusivi: è importante che i propri seguaci si sentano speciali e informarli in anteprima su una novità è un ottimo modo per farlo. Inoltre creare dei contest con dei premi in palio, chiedendo magari di condividere una foto con un particolare hashtag, è un’idea che riscuote molto successo.

 

insta animale

 

7. Dare spazio alle emozioni: per creare interesse non basta raccontare la quotidianità dell’ufficio o mettere in mostra i propri prodotti, è importante trasmettere felicità, senso di vicinanza e fiducia. Bisogna aumentare il contenuto emozionale delle foto per mettere in luce interessi comuni con l’utente. Una foto in compagnia dei propri animali domestici a spasso per l’ufficio ne è un esempio.

 

LA VERA NOVITA’: CAROUSEL ADS

Carousel-Image-Instagram-Image-1

 

 

 

 

 

Vedendo la sempre maggiore richiesta di informazioni da parte degli utenti circa le pubblicità di alcuni grandi brand presenti sulla piattaforma, a Marzo Instagram ha lanciato un nuovo format, chiamato Carousel Ads, che rappresenta una nuova frontiera dell’Instant Marketing. Due sono le novità:

  • La possibilità di caricare più immagini (un massimo di quattro, ma nessun video) nella stessa inserzione, visibili semplicemente facendo scorrere lateralmente la schermata.
  • La possibilità di inserire un link che rimanda all’esterno di Instagram, ad esempio al sito web dell’azienda.

Si tratta dunque di creare una vera e propria vetrina virtuale che può essere il punto di partenza per una campagna pubblicitaria misurabile in termini di click. I carousel ads non prevedono costi aggiuntivi per l’utente ma sono venduti su una base di mille stampe della campagna.I vantaggi di questo tipo di format sono sicuramente:

  • La maggiore flessibilità nell’uso della piattaforma;
  • L’aumento delle visualizzazioni del proprio sito internet e non solo del profilo Instagram, grazie al link disponibile alla fine della campagna;
  • La maggiore facilità nel valutare l’efficacia della propria campagna pubblicitaria;
  • La possibilità di definire un target preciso di utenti.

L’unico “svantaggio” per il momento è che questo nuovo format è disponibile solo per una serie di grandi brand selezionati…

OBIETTIVO: AUMENTARE I FOLLOWERS

Se il vostro obiettivo è quello di aumentare i vostri followers su Instagram, ecco una serie di applicazioni ed espedienti che vi potranno essere di aiuto:

  • Applicazioni:

app1

 

“5000 followers” vi permette di ricevere Like e nuovi followers solo dopo aver messo a vostra volta Like alle foto di altri utenti e aver guadagnato un certo numero di monete.

app2

 

“WowLikes” funziona con un procedimento molto simili a quello della applicazione “5000 followers”.

app3

 

“TagsforLikes” aumenta il numero di seguaci e di Like tramite l’aggiunta automatica di tag popolari alle vostre foto.

app4

 

“InstaFollowMe” per cui più persone decidete di seguire più utenti seguiranno voi.

 

  • Hashtag: esistono hashtag da aggiungere alle proprie foto che sono stati creati apposta per chiedere agli utenti di seguire il proprio profilo: ad esempio #followme, #like4like, #instadaily, #picoftheday. Ideale è anche utilizzare gli hashtag più popolari del momentoper rendere più visibili le proprie foto all’interno della piattaforma: ad esempio #love, #nice, #beautiful, #happy, #me.
  • Commenti: commentare il maggior numero di foto possibili può spingere gli altri utenti ad interessarsi a loro volta al vostro profilo.
  • Seguire: può sempre tornare utile seguire profili simili al vostro e in questo modo potrete allargare il giro delle conoscenze e avere maggiori probabilità di essere ricambiati.

CONCLUSIONI

Instagram è un’ulteriore dimostrazione che i social media sono strumenti fondamentali del marketing ma bisogna conoscerli a fondo per poterli utilizzare al massimo delle loro capacità ed ottenere di conseguenza dei risultati significativi. Il fatto che Instagram, come un qualunque altro social media, si sia dimostrato utile ad una realtà imprenditoriale, non significa che tutte le imprese ne possano trarre il medesimo vantaggio; tutto dipende dalle necessità dell’azienda in questione, dal tipo di servizio che offre, dal target a cui si riferisce e dagli obiettivi che si prefigge.

Come diventare imprenditore?

Concorso diventa imprenditore Luberg

Negli ultimi anni è stata registrata una crescita costante di nuove imprese. Si tratta di una risposta alla crisi da parte di migliaia di nuovi imprenditori che cercano così di crearsi una propria realtà lavorativa. Soltanto nel corso del 2014 in Italia si sono costituite circa 3000 nuove imprese, con un investimento pari a 118 milioni di euro. Non si tratta però di una scelta priva di difficoltà, non a caso l’80-85% delle nuove imprese non supera i tre/cinque anni di attività. Si possono infatti identificare cinque difficoltà principali a cui deve far fronte un nuovo imprenditore, già nella fase iniziale di costituzione dell’impresa:

concorso luberg diventaimprenditore

Trovare un’idea valida, originale, unica che possa essere messa in pratica, suscitare interesse e ottenere un certo successo.

concorso diventaimprenditore luberg bergamoFar fronte alle spese. Dovendo creare un’impresa da zero, le spese che l’imprenditore deve sostenere sono ingenti (strutture, macchinari, stipendi di eventuali collaboratori, solo per citarne alcune). In alternativa può ricercare dei finanziatori che gli concedano i fondi necessari, ma anche in questo caso non è facile dato che si tratta di investire in un progetto dal futuro piuttosto incerto.

diventare imprenditore bergamo luberg

Trovare dei collaboratori fidati, competenti e realmente interessati all’esecuzione delprogetto.

concorso diventare imprenditore bergamo

Fronteggiare problemi burocratici e organizzativi.

concorso creazione nuova impresa diventaimprenditore bergamo

 Fronteggiare la forte concorrenza.

Innanzitutto ciò da cui bisogna partire per poter costruire la propria impresa è un’idea, una buona idea di business. Oggi i nuovi imprenditori hanno diverse possibilità che vanno dagli incubatori d’impresa ai concorsi, ma che spesso si concludono con premi e riconoscimenti che non aiutano l’imprenditore nella reale costituzione della sua impresa.

diventa imprenditore lubergMa se hai una bella idea di business e vuoi vederla diventare realtà, ti segnaliamo il progetto #diventaimprenditore, un concorso proposto dall’associazione Luberg (Associazione Laureati Università di Bergamo). Questo concorso, infatti, offre l’aiuto di esperti anche nella fase di ricerca di soci e finanziatori, fino alla vera e propria nascita della tua nuova impresa. Scopriamone di più.

Di cosa si tratta? È un concorso di idee imprenditoriali che nasce dal progetto nazionale “Call of ideas” promosso dai Cavalieri del Lavoro, con lo scopo di far aprire al vincitore la propria impresa.

Ci sono dei requisiti da rispettare? Per partecipare è sufficiente avere meno di 35 anni; essere nato, aver studiato oppure studiare o lavorare a Bergamo.

Come funziona il concorso? Luberg ha individuato tre ambiti (Processi, Prodotti, Servizi) e sei aree tematiche (industria e artigianato, agricoltura; abitazione e tempo libero; cultura e turismo, marketing e comunicazione) all’interno dei quali i candidati devono presentare i loro progetti. Una giuria e un comitato tecnico-scientifico si occuperanno di giudicare 10 proposte per ogni ambito che verranno presentate dagli stessi candidati nel corso di tre incontri. A quel punto verranno selezionati due finalisti per ogni ambito – uno per ogni area tematica – e in concomitanza della cerimonia di fine anno di Luberg, verrà eletto un vincitore.

Cosa distingue questo concorso dagli altri? A differenza di altri concorsi, il progetto #diventaimprenditore aiuta a tutti gli effetti il nuovo imprenditore a superare le difficoltà che la creazione di una nuova impresa normalmente comporta. Il vincitore verrà infatti supportato da esperti del settore nella ricerca di eventuali soci, finanziatori e riceverà qualsiasi tipo di assistenza necessaria per portare a termine il suo progetto, fino alla fase di costituzione dell’impresa.

Per maggiori informazioni visita il sito www.luberg.it/diventaimprenditore

Icons made by Freepik, Alessio Atzeni from www.flaticon.com is licensed by CC BY 3.0